SACE e SIMEST insieme per The Canada Opportunity

SHARE


SACE SIMEST, Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, ha ospitato presso la propria sede bolognese il convegno “The Canada Opportunity”, organizzato dall’Ambasciata del Canada in Italia. L’evento - che ha visto la partecipazione dell’Ambasciatore del Canada, Alexandra Bugailskis, e di numerosi rappresentanti delle istituzioni e del mondo dell’imprenditoria e della finanza - è stato l’occasione per presentare, attraverso le testimonianze dei partecipanti, le opportunità offerte dal Paese nordamericano.

Il Presidente di SIMEST Salvatore Rebecchini, intervenuto durante la tavola rotonda, ha evidenziato come il Canada, soprattutto, dopo l’entrata in vigore in via provvisoria dell’accordo CETA nel settembre 2017, rappresenti un mercato di notevole interesse per l’internazionalizzazione delle nostre imprese, offrendo grandi opportunità sul piano economico e commerciale.

“Per il Polo dell’export e internazionalizzazione del Gruppo CDP il Canada è un Paese dove possiamo ancora fare molto: SIMEST ha effettuato 7 operazioni di supporto agli IDE italiani per investimenti complessivi pari a 299 milioni di euro”.

Stefano Bellucci, Responsabile Centro-Nord Rete Domestica di SACE, aprendo i lavori ha sottolineato come l’anno positivo dell’export italiano rappresenti un segnale molto incoraggiante per le imprese del territorio.

"Il 2017 è stato un anno positivo per l’export italiano e sono certo che le imprese dell’Emilia-Romagna continueranno ad essere vincenti in questa sfida. Il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, che nei soli primi sei mesi del 2017 ha servito 1500 clienti mobilitando oltre €2 miliardi di risorse, è pronto a confermare il proprio impegno al fianco delle imprese di una regione così ricettiva e dinamica, che da sola contribuisce al 13,5% dell’export nazionale”.

L’Emilia-Romagna risulta tra le principali regioni esportatrici in Canada, con una quota export pari al 15% del totale italiano. Le esportazioni regionali verso il Paese, inoltre, sono tornate a crescere negli ultimi anni, superando i livelli pre-crisi del 2007 e attestandosi attorno ad un valore di circa 550 milioni di euro nel 2016 (+43% rispetto al 2010). I principali settori di esportazione sono: la meccanica e i mezzi di trasporto (insieme il 43,1% dell’export regionale verso il Paese), da gomma-plastica (22%) e l’alimentare (circa il 16%).
SHARE