Una voce ancora più forte per gli italiani all'estero

SHARE

"La cittadinanza". Angela Fucsia FiztGerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta nella ripartizione America settentrionale e centrale, riassume in una sola parola quello che sarà il suo prossimo impegno per gli italiani nel mondo. La deputata uscente, dopo le procedure di registrazione, spiega a 9colonne: "Ciò che interessa di più i nostri connazionali è la questione relativa alla cittadinanza italiana, è il mio primo obiettivo. Voglio presentare subito una proposta di legge. Appena ci insediamo. C'è tanta voglia di iniziare a lavorare presto". A proposito dell'avvio della nuova legislatura Nissoli si dice fiduciosa: "Sono ottimista. Tendo sempre a vedere il bicchiere mezzo pieno. Sono sicura che si troverà un accordo. Spero semplicemente - aggiunge - che noi italiani all'estero avremo una voce ancora più forte. Se noi andiamo al Governo spero di riuscire a portare a casa dei risultati importanti".

"Le donne sono state protagoniste in questa campagna elettorale. Tra le donne non c'è competizione. Se le donne sono intelligenti e se si rispettano tra di loro possono portate a casa dei risultati maggiori rispetto agli uomini". Fucsia Nissoli FitzGerald, deputata uscente di Forza Italia, di nuovo eletta alla Camera nella circoscrizione estero commenta così il voto in "rosa" in Nord e Centro America: alle elezioni del 4 marzo, infatti, sono state tre donne ad aver ottenuto il maggior numero di voti e ad entrare in Parlamento. Per la Camera, riconfermate Nissoli e Francesca La Marca (PD). Al Senato, invece, è arrivata Francesca Alderisi (centrodestra). "Noi donne abbiamo un modo di 'negoziare', mediare ed essere più tolleranti che ci contraddistingue. Forse anche perché molte di noi sono mamme: abbiamo un propensione naturale all'ascolto e alla comprensione, al prendersi cura degli altri. Sono contenta - ha concluso Nissoli - che in Nord e Centro America siano in tre. Sono state elette tre donne e questo è un successo. Lavoreremo insieme per il bene delle nostre comunità" italiane all'estero.
SHARE