Insight: Secondo fonti riservate della REUTERS il fondo private equity Terra Firma ha ricevuto almeno sei offerte non vincolanti per asset italiani nel solare

SHARE

Secondo quanto riportato dall’Agenzia internazionale REUTERS in una nota diffusa oggi attraverso il suo notiziario finanziario, Il fondo di private equity Terra Firma ha ricevuto almeno sei offerte non vincolanti per gli asset che intende cedere in Italia nella produzione di energia elettrica da fonte solare, per un valore che potrebbe raggiungere tra 1,2 e 1,3 miliardi di euro.

La nota cita fra gli offerenti Enel insieme a F2i, Erg, A2A - come già annunciato dai rispettivi capi azienda di recente - insieme allo sviluppatore di energia da fonte solare Sonnedix, il fondo Masdar Clean Tech di Abu Dhabi, che ha deciso di partecipare insieme con il fondo di investimenti italiano Tages, e il fondo pensioni canadese AIMCo. “Una delle fonti dice che anche la giapponese Mitsui ha espresso interesse, ma non è chiaro se abbia presentato un’offerta.”

Al momento, sempre secondo le fonti riservate dell’Agenzia REUTERS, non risultano offerte da parte delle major petrolifere. “Eni, che punta a crescere nel settore delle rinnovabili, inizialmente sembrava interessata e aveva avviato colloqui con investitori del Qatar per un’offerta congiunta, secondo le fonti. Tuttavia, di recente l’AD della major petrolifera italiana, Claudio Descalzi, ha escluso di crescere nel settore attraverso acquisizioni.”
SHARE