Atitech e Ryanair firmano contratto triennale per la manutenzione degli aeromobili irlandesi

SHARE

Ryanair, compagnia aerea irlandese con sede a Dublino, riconferma Atitech come centro di manutenzione dei propri aeromobili.

Questa mattina la sigla del nuovo contratto, presso il quartier generale dell’azienda napoletana a Capodichino, tra Karsten Mühlenfeld, Director Of Engineering di Ryanair, e il presidente di Atitech, Gianni Lettieri, alla presenza di Handy Holder, Deputy Director of Heavy Maintenance di Ryanair, di Alessandro Cianciaruso, Ceo della Società Seas, che svolge l’attività di Line Maintenance per Ryanair su tutto il territorio italiano e scali Emea, e dei rappresentanti Atitech Pietro Pascale, Managing Director, Andrea De Lucia, Chief Financial Officer, Salvatore Russo, Sales Director, Massimiliano Barbaro, Marketing Manager, Osvaldo Ciaravola, Maintenance Manager.

Il contratto avrà una durata triennale, per un numero di circa 150 check del tipo “2 Yrs” più modifiche avioniche, su due linee dedicate di manutenzione.
Si tratta dello stesso tipo di manutenzioni, già eseguite per conto di Ryanair, da novembre 2018 a marzo 2019 su una sola linea dedicata.
L'accordo prevede, inoltre, per la stagione invernale 2019-2020 (da novembre a marzo) una terza linea dedicata per check leggeri di cambio delle marche di registrazione più altri interventi di modifiche, per circa 100 operazioni.

“Il contratto siglato oggi rappresenta una conferma della fiducia nei nostri confronti da parte di uno dei player più importanti a livello mondiale – dice Gianni Lettieri -. Un ulteriore segnale di crescita per Atitech che è sempre più proiettata verso i mercati internazionali attraverso la fornitura di servizi di alta qualità a prezzi competitivi. Attualmente la nostra azienda ha in linea di lavorazione contemporaneamente 20 aerei che rappresentano compagnie di 11 paesi tra Europa, Middle East, Russia e Usa: oltre a Ryanair, tra le più importanti figurano Alitalia, Airfrance, Euroatlantic, Arkia, Yamal, Bluepanorama, Air Italy, Fly Ernest e Mistral, cui si aggiungono i contratti istituzionali stipulati per gli Airbus A319 dell’Aeronautica Militare e gli ATR operati dalla Guardia di Finanza”.

“Rinnoviamo la nostra fiducia ad Atitech perché abbiamo avuto modo di verificare ampiamente che si tratta di una società affidabile ed efficiente che ha sempre rispettato i tempi di consegna – dice Karsten Mühlenfeld -. Per questo motivo abbiamo deciso di estendere il contratto a una durata triennale su due linee fisse di manutenzione, più una terza che si aggiungerà a breve. Atitech è una grande compagnia in grado di stare sul mercato internazionale da protagonista e crescerà ancora grazie alla qualità dei servizi che offre. Ryanair – conclude Mühlenfeld – conferma il proprio obiettivo di creare nuovi posti di lavoro in Italia siglando accordi con società di diritto italiano”.

Atitech spa è tra le prime compagnie di manutenzione aeronautica al mondo e prima industria della città di Napoli per numero di dipendenti (oltre 650 unità lavorative comprese quelle indirette) e fatturato (70 milioni di euro nel 2019).

Duecentosettanta aerei manutenuti in un anno - 210 per manutenzione pesante e 60 per manutenzione leggera -, 5 hangar, con una baia dedicata esclusivamente alla verniciatura, più di 1.000 check effettuati a Capodichino. L’azienda guidata da Gianni Lettieri dal 2009 ad oggi ha rapidamente aumentato il portafoglio clienti, proponendo i propri servizi – dalla manutenzione alla verniciatura, dalle ispezioni ad alto contenuto di tecnologia al supporto logistico - alla maggior parte dei vettori presenti nella regione EMEA (Europe - Middle East- Africa).
SHARE