Eurostands si rinnova e vince la sfida Covid-19: prevista una crescita del fatturato del 70% nel 2020


In un panorama critico per il settore fieristico, Eurostands ha retto bene all’emergenza Coronavirus grazie a Covistop, la nuova linea di prodotti nata per garantire la sicurezza dei lavoratori. Con 10.000 pezzi venduti in tutto il mondo dall’inizio dell’emergenza e 600 consegne effettuate in Italia e all’estero in soli due mesi, l’azienda prevede di chiudere l’anno con 24 milioni di fatturato

Da punto di riferimento nel settore fieristico a eccellenza impegnata in prima linea per garantire la sicurezza dei lavoratori, in grado di esportare i suoi prodotti in tutto il mondo: in soli due giorni Eurostands, impresa brianzola attiva da oltre 70 anni, ha saputo riconvertire la produzione, adattandosi alle trasformazioni in corso e gettando le basi per superare la crisi economica. E i numeri premiano la coraggiosa scelta: con un volume d’affari destinato ad aumentare del 70%, puntando a una prechiusura del 2020 con 24 milioni di fatturato, l’azienda continua a crescere e arricchire di prodotti la sua nuova linea Covistop che in 60 giorni conta 10.000 prodotti venduti per un totale di 600 consegne effettuate in Italia e all’estero. 115 mila km percorsi, quasi 3 volte il giro del mondo, per mettere in sicurezza fabbriche, negozi e farmacie. Una corsa contro il tempo che ha toccato tutti i settori: dai negozi di alta moda, con Armani e il Gruppo Kering, al farmaceutico, con Sofar e Boston Scientific, passando per grandi industrie come Ducati e VRM, banche, uffici pubblici, chiese e scuole.

“In 60 giorni è cambiato tutto: sono nate nuove opportunità, nuove idee e nuove sfide – racconta Maurizio Cozzani, amministratore delegato di Eurostands – Il 7 marzo ci siamo trovati di fronte a un bivio: interrompere l’attività mettendo a rischio il futuro di Eurostands e di 110 famiglie o reagire individuando un modello di business adatto alle nuove esigenze dell’azienda e, soprattutto, utile per il Paese. Naturalmente abbiamo scelto la seconda strada convinti che per tenere unita la nostra azienda saremmo dovuti correre in soccorso delle altre aziende e in pochi giorni abbiamo riconvertito la nostra filiera produttiva sospendendo la costruzione di grandi allestimenti per realizzare prodotti per la messa in sicurezza degli spazi aperti al pubblico, mettendo al servizio del Paese il nostro laboratorio di idee”.

Tutto è iniziato con la barriera parafiato in plexiglass, ideata nei primi giorni dell’emergenza, una risposta pratica ed efficace per sostenere gli operatori a distanza ravvicinata con il pubblico di quei comparti che non potevano fermarsi di fronte all’emergenza Covid-19, come i farmacisti e gli addetti impiegati nel settore alimentare. Dopo questo primo successo, che ha ottenuto il riconoscimento delle Nazioni Unite, Eurostands ha deciso di allargare la linea Covistop con pareti divisorie mobili, dispenser automatici di gel igienizzante, cartellonistica e una serie di barriere parafiato. Particolare attenzione è stata rivolta anche ai più piccoli con prodotti a misura di bambino, come il distributore automatico di gel igienizzante T Sanitizer Kids, capaci di rendere semplici e divertenti piccoli gesti destinati a diventare parte della loro nuova routine.

0/Post a Comment/Comments

Nuova Vecchia