Seed per il Sud: Cdp Venture Capital Sgr delibera investimenti per 5,7 milioni di euro in 30 startup

CDP Venture Capital SGR - Fondo Nazionale Innovazione delibera investimenti per 5,7 milioni di euro, nell’ambito del programma Seed per il Sud, dedicato a sostenere le giovani imprese innovative del Mezzogiorno. Gli investimenti sono destinati a 30 startup in fase seed e pre-seed, selezionate fra le 67 realtà esaminate, in partnership con 18 acceleratori accreditati nel Mezzogiorno. Gli accordi sono gestiti dal Fondo Italia Ventures II, che allarga con questa operazione il proprio plafond da 6 a 8 milioni di euro per futuri investimenti.

Su 30 interventi deliberati, 23 sono stati siglati e i prossimi 7 sono in chiusura nelle prime settimane di settembre. 14 startup sono residenti in Campania, 8 in Puglia, 4 in Calabria, 3 in Sicilia e 1 in Sardegna. Sei di questi sono co-investiti dal Fondo Acceleratori. L’investimento ha generato un effetto attrattivo di altri capitali privati per 4,3 milioni di euro, portando il collocamento complessivo a 10 milioni di euro.

“Il programma Seed per il Sud, che finanzia giovani idee imprenditoriali e catalizza nuovi investimenti nel Sud Italia, è prioritario per il Fondo Innovazione e per il rilancio economico post Covid-19 dell’ecosistema produttivo del Mezzogiorno” - commenta Francesca Bria, Presidente di CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione, che continua – “Valorizzare le startup e le realtà innovative ad alto potenziale significa rafforzare lo sviluppo economico, il tessuto imprenditoriale, la coesione territoriale del Paese, oltre a valorizzare il ruolo degli acceleratori per attrarre investimenti futuri. Seed per il Sud è un’azione concreta che scommette sul talento e sul capitale umano dei giovani e delle donne, attivando potenziali di innovazione ancora inespressi e creando nuove opportunità di lavoro qualificato, con l’obiettivo di fare del Mezzogiorno un vero laboratorio di innovazione sostenibile”.

Seed per il Sud è un’iniziativa del Fondo Italia Venture II che ha l’obiettivo di finanziare startup con interventi fino ad un massimo di 300 mila euro ciascuna, entro settembre 2020. Questo intervento, in particolare, nasce in collaborazione con i principali acceleratori e incubatori di impresa per fare fronte alla situazione emergenziale determinatasi a seguito della pandemia Covid-19, per aiutare rapidamente le startup del Sud Italia ad alto potenziale di crescita e tecnologie o prodotti innovativi, immettendo nuove risorse già dalla fase seed e pre-seed e favorendo lo sviluppo di un flusso di investimenti di qualità anche per successivi interventi e di matching tra startup e soggetti qualificati.

0/Post a Comment/Comments

Nuova Vecchia