Visualizzazione post con etichetta Formazione. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Formazione. Mostra tutti i post
Nasce a Catania la Scuola di formazione politica per il Bene comune

Nasce a Catania la Scuola di formazione politica per il Bene comune


Parte a Catania l’attività della Scuola di formazione politica per il Bene comune, un progetto che coinvolge numerose città in tutta la Penisola e che è sostenuto da realtà rilevanti che operano su tutto il territorio nazionale (Fondazione per la Sussidiarietà, Fondazione Italia Decide, ed altre).

Tra gli obiettivi quello di fornire l’opportunità alla società civile, a chi si vuole avvicinare a queste tematiche che riguardano la vita politica, economica e sociale del Paese, di acquisire maggiori conoscenze grazie al contributo di docenti che hanno operato o operano ancora in ambito politico e tramite l’esperienza diretta di chi svolge la propria attività al vertice delle Istituzioni pubbliche e, in qualche caso anche private.

A Catania l’attività della Scuola è coordinata dalla Fondazione per la Sussidiarietà che è presente su tutto il suolo nazionale con articolazioni territoriali (Catania è referente per tutta la Sicilia) e dall’Associazione FuturLab – Costruiamo il futuro.

L’attività del primo anno consta di sei incontri con docenti di riconosciuto e assoluto spessore ed un workshop conclusivo.

Questi i docenti del corso: Luciano Violante, Presidente della Fondazione Italiadecide, già Presidente della Camera; Luca Antonini, Giudice Corte Costituzionale; Gaetano Armao, Vicepresidente e Assessore all’Economia Regione Siciliana; *P. Paolo Benanti, TOR, professore associato dipartimento di Teologia Morale, Pontificia Università Gregoriana; Aldo Brandirali, Politico, promotore del gruppo “Servire il popolo”; Rocco Buttiglione, Istituto di Filosofia Edith Stain, Granada (Spagna); Pontificia Accademia delle Scienze Sociali; Giuseppe Di Fazio, Giornalista e Presidente del comitato scientifico della fondazione “Domenico Sanfilippo Editore”; Salvatore Fleres, Giornalista; già Senatore della Repubblica e deputato regionale ARS Paolo Grasso, Avvocato dello Stato - Segretario generale Avvocatura dello Stato; Roberto Lagalla, Assessore formazione ed istruzione Regione Siciliana; Paolo Maninchedda, ordinario di filologia romanza Università degli Studi di Cagliari, già parlamentare; Pierluigi Matta, Vice Presidente della Libera Università della Politica, docente universitario e avvocato; Mons. Michele Pennisi, Vescovo di Monreale Cesare San Mauro, Docente universitario, segretario generale Fondazione Romaeuropea; Andrea Simoncini, Ordinario di diritto costituzionale, Università di Firenze Fabrizio Tigano, Ordinario di diritto amministrativo, Università di Catania; Francesco Tufarelli, Dirigente della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dipartimento affari regionali; Giuseppe Vecchio, Ordinario di diritto privato, Università di Catania; Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà.
*in attesa di conferma
Geeks Academy, formazione digitale nei settori Cybersecurity, Big Data, Coding e Gaming

Geeks Academy, formazione digitale nei settori Cybersecurity, Big Data, Coding e Gaming


In un mondo in cui i titoli sono sempre meno sinonimo di competenze, Geeks Academy si propone come alternativa a una formazione universitaria sempre più obsoleta grazie alla sua impostazione pratica e all'attenzione posta sulle competenze trasversali che, accanto a quelle specifiche di area, contribuiscono a creare professionisti in grado non solo di padroneggiare le tecnologie necessarie, ma anche di gestire lo stress, risolvere i problemi in maniera creativa ed esporre idee in modo efficace.

L'idea della Geeks Academy nasce dopo un viaggio negli Stati Uniti e anni di analisi del mercato del lavoro. Già nel 2015 Unioncamere aveva reso nota la grande difficoltà incontrata dalle aziende italiane nel procacciarsi lavoratori con competenze informatiche e digitalmente preparati. Lo stesso anno il fabbisogno di analisti software restava scoperto nel 38% delle offerte di lavoro. Oggi questa difficoltà è aumentata e si avvia verso il 50%, e secondo l'Unione Europea è destinata a crescere: nel 2020 mancheranno in Europa circa un milione di lavoratori del settore ICT.

Se un tempo il Geek era il fenomeno da baraccone, quello che nei freakshow metteva in scena il numero più strambo, nel secolo corrente la sua figura è sempre più positiva. I geek, infatti, grazie alle loro abilità informatiche sono professionisti richiesti e stimati, al punto che il loro essere diversi si è ormai spogliato di quel sentore di isolamento che aveva in passato ed è diventato sinonimo di successo ed esclusività.

Lo sa bene Antonio Venece, fondatore della scuola dei geeks, il network italiano di formazione digitale Geeks Academy, che ha scelto di utilizzare questo termine come bandiera per il suo sogno di introdurre i lavoratori giovani e meno giovani alle professioni del nuovo millennio e, al tempo stesso, inserire gli smanettoni informatici, fino ad oggi confinati nelle quattro mura domestiche o privi di titoli accademici, in percorsi di inserimento al lavoro.

Quattro aree di specializzazione (Cybersecurity, Big Data, Coding e Gaming) con corsi accessibili anche ai principianti. Il bacino studenti, infatti, è incredibilmente variegato in termini di età e background: ci sono neodiplomati, ma anche sistemisti di mezza età che hanno deciso di reinventarsi, così come laureati in filosofia e professionisti nel campo della medicina. Perché è importante dirlo: chiunque abbia passione e motivazione può aspirare a lavorare nelle nuove tecnologie.
In programmazione per il prossimo ottobre open lessons anche in Sicilia dove la Geeks Academy si posizionerà per la formazione specialistica sulla sicurezza e resilienza cibernetica.
Open Day della LUISS School of Law sulle prospettive offerte dall’accordo CETA agli scambi commerciali nel settore agroalimentare

Open Day della LUISS School of Law sulle prospettive offerte dall’accordo CETA agli scambi commerciali nel settore agroalimentare




Nctm Studio Legale ed il Centro Studi Italia-Canada prenderanno parte all'open day organizzato da LUISS School of Law, che si terrà domani presso l’Aula Nocco della LUISS, in Via parenzo 11 a Roma dalle 14 alle 20. 

Il modulo di approfondimento, all'interno del Master "Food Law", su Canada-CETA e le nuove prospettive che si aprono per lo specifico settore all'esito dell'entrata in vigore provvisoria dell’Accordo sarà moderato dall’Avvocato Paolo Quattrocchi, Partner di Nctm Studio Legale, Direttore del Centro Studi Italia-Canada e Vice-Presidente della Camera di Commercio Canada West.

L’incontro avrà la seguente Agenda:

  • Country Presentation Lionella Bertazzon, Trade Commissioner – Embassy of Canada A special focus on Québec   
  • A special focus on Québec Marianna Simeone, Delegate of Québec in Italy   The SPA and the CETA: a new chapter in EU-Canada relations Paolo Quattrocchi, Partner - Nctm Studio Legale  
  • Canadian Experience with Agriculture and Agri-Food Trade Jennifer Fellows, Agriculture Counsellor - Embassy of Canada   
  • CETA and the new food safety legislation in Canada Noemi Trombetti, Managing Director - “Euroservizi Impresa (ESI)”   
  • CETA, Geographical Indications and new scenarios for Intellectual Property Luca Guidobaldi, Nctm Studio Legale   
  • Logistics and Customs Marco Dell’Arciprete, JAS Jet Air Service - Italia   

Per info e per registrarsi all’evento: foodlaw@luiss.it
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-open-day-canada-and-ceta-a-new-perspective-46926471339?aff=ebdssbdestsearch
Formazione gratuite per le PMI sul digitale

Formazione gratuite per le PMI sul digitale


Google Digital Training è una iniziativa che nasce per aiutare le imprese del territorio ad avere successo sul web, grazie alla collaborazione tra Camera di commercio di Roma, Google, Unioncamere.

Con Google Digital Training le imprese potranno partecipare gratuitamente al corso di formazione "La tua Impresa in Digitale", al fine di sviluppare un’efficace presenza online e utilizzare gli strumenti di promozione digitale per raggiungere nuovi clienti. Il corso si terrà alla Camera di commercio di Roma, nella Sala del Tempio di Adriano in Piazza di Pietra nelle giornate del 21 e 22 febbraio. Sono previste 4 sessioni che coprono i medesimi contenuti, dalle ore 10 alle 13 oppure dalle ore 15 alle 18.

Il corso ha una durata di 3 ore, durante le quali verranno approfonditi:

- l'importanza del digitale nella vita dei consumatori;
- le opportunità per ogni tipo di azienda nel mondo digitale;
- le basi per sviluppare una strategia digitale efficace;
- gli strumenti per cogliere il massimo dal web.

Il corso permetterà ad ogni azienda di imparare come:

- creare o migliorare il proprio sito web;
- essere presente sui motori di ricerca e sulle mappe;
- sviluppare la propria presenza sui social network;
- promuovere la propria attività con gli strumenti digitali.

Inoltre con il servizio gratuito di Digital Check-up di Google, un esperto digitale aiuterà a valutare il livello di digitalizzazione delle attività e a impostare la strategia digitale più adatta. Sono previste sessioni continue della durata di 20 minuti durante l’intera giornata: è possibile scegliere il giorno e anche l'orario.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni www.rm.camcom.it oppure www.digitaltraining.it
Re-Thinking Leadership: parte il nuovo progetto SAFE di alta formazione

Re-Thinking Leadership: parte il nuovo progetto SAFE di alta formazione


La nuova iniziativa SAFE "Education4Executives" è un progetto di alta formazione dedicato a professionisti, quadri e giovani dirigenti di aziende ed istituzioni del settore energia e ambiente.
Il percorso ha l’obiettivo di potenziare le competenze fondamentali per essere i leader di cui le aziende oggi hanno bisogno: promuovere partecipazione e motivazione, aggregare conoscenze, generare informazioni chiave e stimolare il processo creativo da cui nascono innovazione e vantaggio competitivo.

Oltre alle intense giornate di formazione esperienziale, sono state inserite 5 tavole rotonde - con cena a seguire - sui temi più rilevanti del settore dell’energia con il coinvolgimento di keynote speaker per creare un ulteriore momento di approfondimento, che favorisca anche la socializzazione tra i partecipanti.

Contenuti, struttura, date e modalità di partecipazione sono disponibili ai seguenti link: brochure, date e modalità di iscrizione.

Il corso avrà inizio lunedì 19 marzo 2018 e le iscrizioni si chiuderanno a fine febbraio.

Per ulteriori informazioni, non esitare a contattarci.

SAFE
Via Duchessa di Galliera 63 - 00151 Roma
Tel +39 06.53272239
Fax +39 06.53279644
segreteria@safeonline.it
www.safeonline.it
Polis lancia un corso di fundraising per la politica. Disponibili borse di studio

Polis lancia un corso di fundraising per la politica. Disponibili borse di studio


A seguito dell’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti, la ricerca dei fondi ha acquisito un’enorme importanza nel nostro Paese, tanto da richiedere la presenza di esperti del settore per raccogliere fondi a sostegno di campagne elettorali o delle attività ordinarie dei partiti e dei movimenti politici. I più recenti approcci alle tecniche di fundraising contemplano il people raising e le nuove tecniche legate al fundraising online come il crowdfunding.

Il corso è diretto a tutti coloro che operano nelle aree di organizzazione e strategia di partiti (segretari, tesorieri, mandatari, candidati), dei movimenti politici, delle fondazioni e associazioni politiche e culturali, e a chi è impegnato nell’organizzazione di eventi.

Obiettivo del corso è fornire ai partecipanti strumenti e tecniche per operare nel settore del Fundraising per la politica, sviluppando abilità e competenze declinabili in tutti gli ambiti della raccolta fondi. Si propone inoltre di descrivere il variegato mondo della raccolta fondi partendo dai suoi fondamenti fino ad analizzarne gli aspetti fiscali, la comunicazione e l’ambito legislativo (legge sulla privacy).

http://polis.unilink.it/fundraising-la-politica/

AmCham Italy istituisce il Gruppo di Lavoro Education

AmCham Italy istituisce il Gruppo di Lavoro Education


Le attività di advocacy di AmCham Italy si rafforzano ulteriormente con la nascita del Gruppo di Lavoro Education.

Il tavolo è guidato da Dolly Predovic, Presidente di Career Paths, ed è rappresentato da HR Director di importanti imprese multinazionali e da esponenti del mondo universitario e consulenziale.

Il tema dell’Education risulta altamente strategico sia in ottica aziendale che di miglioramento del generale business climate italiano: grazie ad una mappatura della presenza americana nel sistema educativo italiano e la proposta di best practice il Gruppo di Lavoro si pone l’obiettivo di favorire l’interscambio tra studenti americani ed italiani.

Nuove imprese a tasso zero: il 5 febbraio un webinar per conoscere gli incentivi

Nuove imprese a tasso zero: il 5 febbraio un webinar per conoscere gli incentivi


Si svolgerà lunedì 5 febbraio 2018 alle 10.00 il webinar per presentare "Nuove imprese a tasso zero", l’incentivo per i giovani e le donne che vogliono avviare un’attività imprenditoriale.

Gli esperti di Invitalia illustreranno le agevolazioni e le modalità di presentazione della domanda.

Puoi seguire il seminario online collegandoti dal tuo computer.

La durata è di circa due ore, con una prima parte di presentazione degli incentivi e una seconda dedicata alle domande dei potenziali imprenditori.

Per gestire al meglio la sessione di domande e risposte, è previsto un numero massimo di partecipanti.

Iscriviti per partecipare
Seminario Confindustria sulla riforma fiscale negli USA

Seminario Confindustria sulla riforma fiscale negli USA

Gli Stati Uniti d’America si apprestano ad attuare una storica riforma del sistema fiscale federale. Il mutato contesto invita ad una riflessione sui futuri scenari di politica fiscale nei rapporti transatlantici e sulle possibili sfide ed opportunità che ne deriveranno per le imprese.

Il seminario "La riforma fiscale negli USA" - che si terrà il 29 gennaio dalle 14.30 presso Confindustria (Viale dell'Astronomia 30, 00144 Roma) - ha l'obiettivo di esaminare, con il supporto di rappresentanti istituzionali e qualificati esperti italiani ed americani, le principali novità introdotte della riforma statunitense ed il loro impatto economico e fiscale.

La partecipazione all'evento è libera, iscriviti online: https://goo.gl/zaXQbb

Gli Associati potranno seguire l’evento anche in diretta streaming accedendo con le relative credenziali.


Per maggiori info e prenotazioni: s.angarano@confindustria.it

300 borse di studio per la fruizione del master "Global marketing, comunicazione e made in Italy"

300 borse di studio per la fruizione del master "Global marketing, comunicazione e made in Italy"

La Fondazione Italia USA ha stabilito di erogare 300 borse di studio per la fruizione del master "Global marketing, comunicazione e made in Italy" ad altrettanti soggetti che si iscriveranno al master "Management & e-governance per la pubblica amministrazione" promosso dall'Università LUM Jean Monnet e dal Centro Studi Comunicare l'Impresa, con il patrocinio dell'ANCI. Le 300 borse di studio a copertura totale si aggiungono alle 1000 borse di studio annuali che la Fondazione già eroga ai migliori studenti neolaureati meritevoli, selezionati con la collaborazione di Almalaurea.

I primi 300 partecipanti che prenoteranno la propria adesione al master online "Management & E-Governance per la pubblica amministrazione" potranno quindi indicare, all’interno del proprio nucleo familiare, un/a giovane laureato/a che beneficerà di una borsa di studio erogata dalla Fondazione Italia USA, a copertura integrale della quota di partecipazione al master online "Global marketing, comunicazione e made in Italy", che ha l'adesione del Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca.

La Fondazione Italia USA, per l'impegno dei suoi programmi formativi, fa parte ufficialmente del programma UNAI - United Nations Academic Impact.
Master in Management & E-Governance per la Pubblica Amministrazione.

Master in Management & E-Governance per la Pubblica Amministrazione.

Centro Studi Comunicare l’Impresa e ANCI hanno stipulato una convenzione che tende a individuare ogni forma di utile e fattiva collaborazione al fine di offrire formazione ai rappresentanti del settore pubblico e privato ed in particolare a coloro che, facendo parte di istituzioni legislative, amministrative e governative del sistema pubblico locale e nazionale, intendano aumentare il proprio bagaglio di conoscenze. In particolare, il Centro Studi Comunicare l’Impresa è titolare della convenzione esclusiva relativa alla promozione del Master in Management & E-Governance per la Pubblica Amministrazione.

Il master si svolge interamente online e ha la stessa validità di un master in presenza. 60 CFU, videolezioni h24 anche su tablet e cellulare. Il titolo è valido per i concorsi pubblici. È possibile ottenere per legge 150 ore di permesso studio. Il piano didattico è aggiornato in funzione della Riforma Madia.
Coloro che, in possesso dei requisiti previsti, si iscriveranno al master citando come fonte di conoscenza ANCI, oltre a fruire della convenzione esclusiva del Centro Studi Comunicare l’Impresa che consente di accedere al master con un costo privilegiato, potranno beneficiare di un bonus esclusivo, a numero chiuso e in ordine cronologico rispetto alle adesioni pervenute. Tramite questa iniziativa si intende contribuire a creare cultura di impresa sia nel settore pubblico che in quello privato in un ideale passaggio generazionale tra i diversi componenti delle famiglie italiane.

I primi 300 partecipanti che prenoteranno la propria adesione al master online in Magagement & E-Governance per la P.A., avranno accesso al Bonus Famiglie P.A. e potranno indicare, all’interno del proprio nucleo familiare un/a giovane laureato/a che beneficierà di una borsa di studio erogata dalla Fondazione Italia Usa, a copertura integrale della quota di partecipazione al Master in Global Marketing, Comunicazione e Made in Italy.

https://managementpubblico.eu
La spesa in R&S dell'Austria la più alta in UE dopo la Svezia

La spesa in R&S dell'Austria la più alta in UE dopo la Svezia

Secondo i dati Eurostat riguardanti l’incidenza percentuale della spesa in Ricerca & Sviluppo sul PIL[1], Svezia e Austria sono gli unici due paesi dell’UE ad aver registrato nell’anno 2016 una percentuale di spesa in R&S superiore al 3% del proprio PIL, raggiungendo rispettivamente il 3,25% e il 3,09%. Svezia e Austria sono anche gli unici due paesi che a oggi hanno superato l’obiettivo strategico stabilito dall’UE del 3% della quota di spese in R&S rispetto al PIL entro il 2020. In particolare, l’Austria ha registrato il più alto aumento delle spese in Ricerca nell’UE negli ultimi 10 anni, passando dal 2,36% nel 2006 al 3,09% nel 2016: un incremento di 0,73 punti percentuali.

Il Rapporto Eurostat classifica dopo Svezia e Austria al terzo posto Germania (2,94%), seguita da Danimarca (2,87%), Finlandia (2,75%), Belgio (2,49%) e Francia (2,22%). L’Italia registra una percentuale dell’1,09% di spese in Ricerca & Sviluppo rispetto al proprio PIL, ben al di sotto della media UE del 2,03%. La media europea del 2,03% si dimostra inferiore rispetto alle altri maggiori economie mondiali come la Corea del Sud (4,23% nel 2015), Giappone (3,29% nel 2015) e Stati Uniti (2,79% nel 2015).

L’importante risultato registrato dall’Austria è il frutto dei provvedimenti posti in atto negli ultimi anni dal Governo Federale: nel 2017 gli investimenti in R&S in Austria salgono per la prima volta a 11,3 miliardi di euro (2016: 10,74 miliardi di euro). La Repubblica Alpina però si pone obiettivi ancora più ambiziosi: la strategia nel campo R&S del Governo Federale vede l’Austria nel 2020 come innovation leader in Europa. Per l’anno in corso si prevede di raggiungere in Austria un valore pari a circa 3,14% delle spese in R&S sul PIL.

ABA – Invest in Austria da 35 anni ha il compito di fornire informazioni e consulenza, a titolo gratuito, ai potenziali investitori internazionali interessati a costituire una stabile organizzazione sul territorio austriaco. In particolare, dal 2010 il focus di ABA, pur sempre comunicando le condizioni generali molto favorevoli all’insediamento in Austria, si è esteso a tematiche maggiormente legate alla ricerca e all’innovazione, come la comunicazione delle misure economiche varate dal Parlamento austriaco: la più recente è la decisione di aumentare l’incentivo fiscale alla ricerca dall’attuale 12% al 14% a partire dall’1 gennaio 2018: il 14% dei costi di R&S verrà rimborsato in contanti o tramite credito d’imposta.
AGI presenta la generazione #iLeader

AGI presenta la generazione #iLeader

Italian showbiz & web star, sport star, brand, opinion leader, business leader: tutti sono protagonisti nel proprio campo. Ma tra loro chi sono i veri leader dell’arena digitale? Si può essere leader nella società di oggi senza esserlo anche sul web? Questa è la domanda a cui ha risposto i-Leader la prima ricerca sulla leadership digitale condotta da Agi, storico player dell’informazione italiana in collaborazione con DOING, digital business company.

La risposta è in un indice, realizzato anche grazie al supporto di TalkWalker, piattaforma leader nel social media monitoring. Si chiama i-Leader Index e attraverso un’analisi quali-quantitativa della presenza digitale misura la capacità di essere leader online.

I risultati della ricerca sono stati commentati nel corso di una serata evento all’Ara Pacis di Roma in una fireside chat con Riccardo Luna e Marco Pratellesi, direttore e condirettore di Agi e Enrico Mentana, direttore TG LA7 e top opinion leader categoria giornalisti.

La ricerca è stata condotta su una selezione di personalità pubbliche e di brand e ha coinvolto oltre 200 protagonisti dell’arena digitale organizzati in 5 categorie: Opinion Leader Politici & Giornalisti, Sport Star, Showbiz & Web Star, Business Leader, Brand in Italia. Per ogni categoria, l’indice i-Leader ha analizzato 4 indicatori fondamentali: engagement, reach, popularity e sentiment. Tutti i criteri di selezione sul sito i-leader.it

Tra i nomi dei vincitori qualche sorpresa e molte conferme. Il riconoscimento come Top Digital Leader è andato a Chiara Ferragni mentre i migliori delle singole categorie sono stati:

•Stefano Gabbana ed Elon Musk per Business Leader;
•Matteo Renzi, Enrico Mentana, Jeremy Corbyn e Donald Trump per Opinion Leader;
•Fedez, Belen Rodriguez, Gianluca Vacchi e Chiara Ferragni per Showbiz & Web Star;
•Valentino Rossi e Neymar per Sport Star;
•Ferrari per Brand.

Le categorie sono state scelte in base alla rilevanza mediatica, mentre i personaggi sono stati selezionati in base all’attualità e ai dati quantitativi della loro presenza online. Durante la cerimonia sono state illustrate anche le 10 best case di brand per le categorie food, automotive, telecomunicazioni, retail e beverage (le 5 top spender per investimenti pubblicitari secondo Nielsen, a esclusione del farmaceutico), oltre alla categoria banking inserita per la rilevanza mediatica.

“A cosa serve un indice? Innanzitutto a migliorare” racconta Riccardo Luna, direttore Agi. “Si migliora guardando i numeri e soprattutto confrontandosi con gli altri. Da qui l’idea di una ricerca che identificasse chi sa comunicare meglio attraverso i social network e il web in generale, non solo in termini quantitativi ma soprattutto qualitativi.”

“Il leader sa esprimere visibilità, partecipazione e consenso. Nel mondo digitale questi tre parametri possono essere misurati.” prosegue Marco Massarotto, founder Doing. “Per questo abbiamo sviluppato i-Leader Index, l’indice che raccoglie i dati pubblici diffusi sui social network e sul web e li elabora in analisi.”

“Le attività digitali di un brand o di un personaggio pubblico hanno un forte impatto sulla rete e, di conseguenza, possono influenzare l’opinione pubblica e i comportamenti d’acquisto dei consumatori. Per misurare la portata di questo impatto e amplificarne gli effetti positivi, è necessario affidarsi a strumenti di social media analytics in grado di offrire una copertura dati globale e definire le giuste metriche da analizzare. Solo basandosi sull’analisi di dati oggettivi e reali è possibile sfruttare in modo strategico l’impatto del brand” afferma Robert Glaesener, CEO di Talkwalker.

La ricerca i-Leader avrà un seguito? “Assolutamente sì” conclude Salvatore Ippolito, CEO di Agi. “Nei prossimi mesi sveleremo nuove analisi ed estenderemo la ricerca a nuove categorie, oltre a tutte le tantissime nuove attività che stiamo realizzando con AgiFactory e che vi racconteremo presto. Stay tuned!”
Seminario sulla classificazione doganale delle merci

Seminario sulla classificazione doganale delle merci

Martedì 20 giugno alle 14 nella sede savonese della Camera (Palazzo Lamba Doria - Sala Magnano - 3° piano) e, in collegamento in videoconferenza, anche nelle sedi di Imperia e La Spezia, è in programma un incontro dal titolo “La classificazione doganale delle merci”. Gli obiettivi del seminario sono quelli di chiarire il corretto inquadramento di una merce secondo il codice di nomenclatura combinata, in base al quale si determinano, all'atto dell'importazione, i dazi, i tributi applicabili e i certificati richiesti e, nel momento dell’esportazione, le eventuali restrizioni.

“Chiunque operi nel settore del commercio internazionale conosce l'estrema complessità di lettura della nomenclatura combinata, delle sue regole e la difficoltà a classificare le merci – spiegano gli organizzatori del seminario –. Procedere ad una errata classificazione può comportare un'evasione di diritti doganali con conseguenze sanzionatorie per il soggetto dichiarante.

Al contrario, l’esatta classificazione delle merci consente di applicare correttamente i dazi all’importazione e la relativa ‘fiscalità interna’ (accise ed Iva) oltre a conoscere in anticipo le eventuali disposizioni di politica commerciale comunitarie e non, afferenti a quel prodotto”. Un momento di approfondimento sarà dedicato, in particolare, all’Informazione Tariffaria Vincolante, uno strumento utilissimo (ma spesso poco utilizzato) previsto dal Codice Doganale dell’Unione in materia di classificazione tariffaria a supporto degli operatori economici.

A illustrare queste tematiche saranno Ezio De Vecchis, funzionario delegato dell’Ufficio delle Dogane di Savona, e Manuela Tealdo, funzionario dell’Ufficio delle Dogane di Genova 1. La partecipazione al seminario è gratuita, ma occorre pre-registrarsi: basta compilare la scheda di adesione scaricabile dal sito dell’ente camerale e restituirla via mail a estero@rivlig.camcom.it Per ulteriori informazioni: Ufficio Certificazioni per l’estero - tel. 019/8314262-242.
Marketing internazionale di prodotto ed e-commerce

Marketing internazionale di prodotto ed e-commerce

“Marketing internazionale: marketing di prodotto ed e-commerce”: questo il titolo del seminario gratuito organizzato presso la Camera di commercio di Rieti (via Paolo Borsellino, 16) il prossimo 8 giugno a partire dalle ore 9,30 ed organizzato nell’ambito del nuovo ciclo di formazione IntFormatevi che vede la collaborazione tra Lazio International, Lazio Innova, Unioncamere Lazio, Enterprise Europe Network e le Camere della regione tra cui l’Ente camerale reatino.

Durante l’incontro saranno presentate le strategie di penetrazione nel mercato di diversi Paesi con il fine di acquisire, consolidare e sviluppare una clientela in modo che la presenza del brand sui mercati esteri risulti profittevole.
In relazione al marketing di prodotto, si parlerà di come lanciare nuovi prodotti sul mercato, spiegando i vari punti di forza del prodotto, oltre a sviluppare la strategia di introduzione del brand.

Infine un focus su come utilizzare l’e-commerce per un export adeguato e moderno. L’incontro è a carattere gratuito e a numero chiuso, e si inserisce tra le attività a sostegno del processo di internazionalizzazione delle Pmi del Lazio.
L’incontro è accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Rieti e dall’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti contabili di Rieti. Per partecipare è possibile registrarsi al link http://www.laziointernational.it/polls.asp?p=128 oppure inviare una email all’indirizzo azienda.rieti@ri.camcom.it Info: Ufficio Promozione Camera di commercio di Rieti o Azienda Speciale Centro Italia Rieti, via Paolo Borsellino, 16, Rieti, tel. 0746/201364-5.